Categorie
Ricette

Tagliolini di farina di canapa al pomodoro

Che ne dite di  preparare insieme due tagliolini? Oggi vi mostrerò come cucinare un classico della cucina in una versione che ho voluto rivisitare utilizzando la farina di canapa! I petali di fiori eduli e la polvere di carbone vegetale usati per la decorazione, infine, genereranno un effetto wow nei vostri ospiti!

Per i tagliolini

  • 200gr farina 00
  • 60gr farina di canapa
  • 100ml acqua fredda
  • 20ml olio evo

Per la salsa al pomodoro Ronzoniana

  • 400gr passata di pomodoro
  • ½ cipolla bianca
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 4 foglie di basilico fresco
  • ¼ buccia di limone bio (tagliata con pelapatate)
  • 40gr Parmigiano Reggiano
  • q.b. Sale

 

Disponete la farina 00 a fontana su una spianatoia, unite la farina di canapa e l’olio e successivamente mescolate con una forchetta. Aggiungete a filo l’acqua poco per volta ed iniziate ad impastare con le mani così che otterrete un impasto liscio ed omogeneo.

Per l’impasto potrebbe servire più o meno acqua quindi aggiungetela con cautela. Tutto dipende molto dall’umidità della farina e dell’ambiente, in ogni caso il composto dovrà avere la consistenza della classica pasta all’uovo che ci permetta quindi di essere steso con una sfogliatrice.

Fate un palla con l’impasto, avvolgetela nella pellicola e fatela riposare per 30 minuti. Trascorso il tempo del riposo, suddividete l’impasto in 4 panetti e stendeteli in sfoglie sottili o con il matterello o con la macchina per la pasta.

Ripiegate ogni sfoglia su se stessa e con un coltello a lama liscia realizzate i tagliolini. Usate la farina 00 per non farli attaccare prima della cottura.

Scaldate in una padella capiente l’olio di oliva e versate la cipolla tritata. Aggiungete poi la salsa di pomodoro, la scorza di limone ed un pizzico di sale. mescolando così che il tutto si amalgami uniformemente. Una volta che il sugo comincia a sobbollire, abbassate la fiamma e lasciate cuocere 15 minuti, coprendolo leggermente e controllando sovente.

Nel frattempo, cuocete i tagliolini in una pentola con abbondante acqua salata. La cosa ideale è mantenere la pasta decisamente “al dente”, contando che poi la cottura viene ultimata in padella insieme al sugo. Scolate (avendo l’accortezza di conservare un po’ di acqua di cottura). Infine, saltate la pasta a fuoco vivo ed eventualmente aggiungete altra acqua di cottura qualora ci fosse bisogno.

Come ultimo passaggio, mantecate a fuoco spento i tagliolini con il Parmigiano Reggiano, aggiungete le foglie di basilico spezzettate e un goccio d’olio evo.

Volete decorare il piatto come in foto? Poggiate sui tagliolini dei petali di fiori eduli commestibili e spolverizzare della polvere di carbone vegetale. L’effetto wow nei vostri ospiti è garantito!

Categorie
Ricette

Polipetti al profumo di agrumi con polenta

Lavare sotto acqua fredda i polipetti poi eliminare gli occhi e l’uncino all’interno dei tentacoli.

In una casseruola scaldare due cucchiai d’olio, fare dorare l’aglio e poi eliminarlo. Aggiungere gli scalogni e quando sarà imbiondito, i polipetti, spruzzandoli con il vino.

Lasciare evaporare il vino, quindi versare il succo di 2 arance e la buccia di una arancia e di un limone grattuggiato e la passata di pomodoro. Salare pepare quindi finire di cuocere a fuoco moderato per circa 1 ora. Trascorso questo tempo, insaporire con un pizzico di peperoncino secondo il vostro gusto

Adesso bisogna cucinare la polenta. Portare a bollore l’acqua con un po’ di sale, aggiungete la farina a pioggia continuando a mescolare molto velocemente sempre nello stesso verso per evitare la formazione di grumi.

Portare a cottura in circa 45 minuti mantenendo la consistenza morbida come quella di una crema. In caso di necessità si può aggiungere dell’acqua calda. Disporre la polenta sul piatto da portata e sopra distribuire i polipetti con il loro sughetto di cottura, i germogli e a piacere delle fette d’arancia tagliate a vivo.

 

Categorie
Progetti

RonzAdvisor: i miei consigli sui migliori ristoranti!

Quante volte ti è capitato di voler andare a cena fuori ed essere indeciso su quale ristorante scegliere?

Niente paura ragazzi, è capitato a tutti, persino ad uno chef come me! Per questo arriva in vostro soccorso la mia nuova rubrica RonzAdvisor! 

Di cosa parla RonzAdvisor? Ve lo racconto subito.

È un contenitore di esperienze culinarie uniche che ho vissuto personalmente nei ristoranti di Milano e dintorni e che vi consiglio assolutamente di provare!

RonzAdvisor sarà un viaggio fatto di sapori ed emozioni, uno slalom gigante tra piatti succulenti e location esclusive, dove trascorrere momenti indimenticabili all’insegna del gusto.

Pronti a seguirmi e scoprire di più? Ci vediamo sulle mie pagine Facebook e Instagram!

Guarda il primo ristorante al quale ho fatto visita cliccando qui!

 

 

Categorie
Ricette

SALMONE, CAVOLO ROSSO, PAK-CHOI E MELA

SALMONE AFFUMICATO, CAVOLO ROSSO, PAK-CHOI E MELA AL GINEPRO

 

Il salmone è un’ingrediente molto interessante da utilizzare in cucina perché versatile e facile da abbinare a tantissimi ingredienti. In questa ricetta ho scatenato la mia creatività affumicandolo prima ed accostandolo poi ad una maionese di cavolo rosso ed al Pak-choi, una varietà di cavolo originario della Cina e molto diffuso in estremo oriente.

 

  • 4 tranci di salmone da 120 gr
  • Trucioli di legno per affumicatura (se volete farla in casa)
  • Sale e pepe q.b.
  • 1 cavolo cappuccio rosso
  • 2 pezzi di Pak-choi
  • 30 gr di burro
  • 1 mela verde
  • 2 bacche di ginepro
  • 100 ml di succo di cavolo rosso
  • 30 ml di aceto
  • 1 albume
  • 200 ml di olio di vinaccioli

 

Passare il cavolo rosso con un estrattore o una centrifuga per ricavare il succo per la maionese.

Per preparare la maionese di cavolo rosso emulsionare il succo di cavolo con l’aceto e l’albume, quindi montare il composto aggiungendo a filo l’olio di vinaccioli e aggiustare di sale.

Sbollentare il cavolo pak-choi e successivamente rosolare in padella con il burro. Nel frattempo, mettere sottovuoto in un sacchetto la mela con il ginepro ed il sale e dopo cuocerla a vapore per 12 minuti a 65°.

Dopo avere affumicato il salmone (in alternativa potete comprarlo già affumicato), rosolarlo in padella dal lato della pelle, quindi metterlo da parte ed affumicarlo con l’aiuto di una smoking gun. Infine comporre il piatto con la maionese di cavolo rosso, il cavolo Pak-choi e i tranci di salmone di al centro.

Categorie
Ricette

Spaghetti di pomodoro, basilico e parmigiano

SPAGHETTI DI POMODORO, BASILICO E PARMIGIANO

Può un piatto di spaghetti al pomodoro diventare un piatto gourmet? La risposta è contenuta in questa ricetta che vi sto per presentare! Il tocco speciale è dato dell’alga Agar Agar, un ingrediente vegetale povero di calorie che avrà la funzione di “gelificare” il pomodoro per creare un colorato e gustoso primo piatto!

  • 400ml succo di pomodoro
  • 4gr agar agar
  • Q.b sale e Pepe
  • 2 foglioline di basilico
  • 30 gr Parmigiano

Scaldare il pomodoro in un pentolino insieme alla polvere di agar agar e portare ad ebollizione. Aggiustare la salsa con sale e pepe a proprio gusto e successivamente, con l’aiuto di una siringa, aspirare il pomodoro in una cannula di gomma dello spessore che vorrete dare ai vostri spaghetti.

Appoggiare la cannula in acqua e ghiaccio e dopo tre minuti soffiare con la siringa nel tubo facendo uscire lo spaghetto di pomodoro.

Per decorare il piatto aggiungere qualche fogliolina di basilico e dell’ottimo parmigiano reggiano a scaglie.

Ecco fatto, gli spaghetti di pomodoro sono pronti per essere serviti a tavola!