Categorie
Ricette

Spaghetti in crema d’aglio e peperoncino

La mia versione della classica pasta AOP: spaghetti in crema d’aglio, polvere di peperoncino, olio evo e sedano. Si tratta di una ricetta semplice che presta attenzione al benessere: evita il rischioso processo di infusione dell’olio con l’aglio, in cui spesso si raggiunge il punto di fumo, l’aglio si brucia e roviniamo la digestione dei nostri commensali. Cambiamo le abitudini in cucina senza perdere il gusto.

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 gr Spaghetti grano duro “senatore capelli”
  • 4 spicchi d’aglio
  • 3 cipollotti freschi o scalogni
  • 1 patata media (100gr circa)
  • 30g r foglie di Sedano bianco o verde
  • 2 cucchiai di olio evo
  • q.b. sale
  • q.b. peperoncino in polvere
  • q.b. Tabasco (opzionale)

Preparazione:

Tagliate a cubetti la patata, il cipollotto e l’aglio (senza l’ anima centrale); Stufate a fuoco medio aggiungendo 1 bicchiere d’acqua, quando gli ingredienti risultano morbidi frullate il tutto a crema aggiungendo il tabasco e regolando di sale.

Cuocete gli spaghetti al dente e mantecateli due minuti a fiamma viva nella crema d’aglio e patata, non scordate di aggiungere un goccio d’olio evo a crudo. Inglobate aria durante la mantecatura, otterrete un colore lucente e il risultato sarĂ  cremoso e umido.
Impiattate gli spaghetti facendo il nido e aggiungendo i ciuffetti di sedano e la polvere di peperoncino.

Categorie
Ricette

Riso carnaroli al curry, verdurine, agrumi e gamberi

Una ricetta facile da fare e dal profumo internazionale dettato dal curry. Gli agrumi tipici della nostra area mediterranea si abbinano perfettamente con il gambero ed il carnaroli.
Un piatto di pesce diverso dai canoni classici.

Ingredienti:

  • 150gr riso carnaroli
  • 350 ml brodo vegetale
  • 400gr gamberi argentini
  • 5 gr curry in polvere
  • 20 gr canditi di agrumi
  • 15 ml olio evo
  • 1 carota
  • 1 cipolla bianca
  • 1 costa di sedano piccola
  • 50 gr formaggio grattugiato
  • 40 gr burro freddo a cubetti
  • q.b. sale

Procedimento:
Cubettiamo il sedano, la cipolla e la carota e teniamo da parte.
Tostiamo il riso con un goccio d’olio evo aggiungiamo le verdurine. Quindi spolveriamo di curry ed aggiungiamo i canditi di agrume. Poco alla volta bagnamo con il brodo vegetale caldo fino a raggiungere i 12 minuti di cottura. Aggiungiamo i gamberi a pezzettini e portiamo a cottura ancora per 3 minuti a fuoco basso.
Mantechiamo a fuoco spento aggiungendo il burro freddo, il formaggio grattugiato e l’aceto.
Buon appetito.

Se avete il Kenwood cookeasy + , Potete trovare la ricetta anche sulla APP : KenwoodWorld 

Categorie
Ricette

Paccheri alla carbonara futuristica

Ieri è stato il #CarbonaraDay e da italiano doc non potevo esimermi dal preparare la mia versione di quella che è probabilmente la ricetta italiana più conosciuta al mondo.
â €
Ne approfitto quindi della sfida lanciatami da Alida Gotta e partecipo anche io a #LaCarboGara di Casa Milo con la mia carbonara futuristica!
â €
Cosa ne pensate amici, siete piĂą da tradizione o rivisitazione?


Ingredienti:

  • 400 gr paccheri lisci trafilati al bronzo
  • 4 Tuorli d’uovo
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 80 g di parmigiano grattugiato
  • 100 g di guanciale
  • q.b. Pepe nero del Madagascar .

Tuorlo marinato

  • 300 g di sale grosso
  • 200 g di zucchero

Procedimento:
Miscelate il sale e lo zucchero e riempite una coppetta. Fate al centro della miscela una fossetta e mettetevi il tuorlo, l’albume può essere congelato per un successivo utilizzo. Coprite il tuorlo con la miscela di sale e zucchero. Lasciate marinare per 8 ore, sciacquate sotto acqua corrente e lasciate asciugare all’aria per 48 ore.

Separate i bianchi dai rossi. Non disperate per i bianchi, in cucina non si butta mai nulla. Prendete i rossi, metteteli in un piccolo contenitore e congelateli, non ci vorrĂ  molto tempo, circa 1 oretta. Non appena congelati lasciateli scongelare a temperatura ambiente.

Nel frattempo che i tuorli si scongelano, tagliate il guanciale a cubetti regolari o a fiammiferi e ponetelo a rosolare a fiamma dolcissima in una padella antiaderente. Deve tirar fuori tutto il suo grasso e diventare croccante e ben cotto.

Mi raccomando, la fiamma dovrĂ  essere bassissima.

Quando si sono ammorbiditi, iniziate a batterli con un frusta come se steste facendo un normalissima frittata. Mischiate i due formaggi grattugiati e aggiungetene al composto circa 70 g, il resto conservatelo per il piatto finito. Battete ancora ed emulsionate per bene aggiungendo il pepe del Madagascar e il grasso del guanciale . Noterete immediatamente come la consistenza dell’uovo sia di gran lunga più cremosa del normale. Ora procediamo a preparare il resto del piatto.

Portate l’acqua ad ebollizione e cuocete la pasta Milo appena pronta, scolatela al dente nella bowl con i tuorli aggiungendo un po di acqua di cottura e il guanciale croccante, otterrete una crema pazzesca .