Categorie
Non categorizzato

Pere al vino rosso

🍐 Una ricetta di una semplicità mostruosa e soprattutto di una bontà invernale pazzesca ❄️
⠀
Pere al vino rosso 🍷ho usato ottimo vino a bergamasco regalatomi da @agriturismomarco.

Ingredienti:

  • 6 pere Kaiser (da circa 90-100g l’una)
  • 500 ml vino rosso
  • 100 ml acqua
  • 200 gr zucchero
  • 1 cannella in stecca
  • 1 anice stellato
  • 2 chiodi di garofano
  • ½  limone e arancia (solo la scorza)
  • q.b. a piacere fava tonka

Procedimento:

Per preparare le pere al vino rosso per prima cosa sbucciate le pere  facendo attenzione a tenerle intere e a mantenere il picciolo. Prelevate la scorza dal limone e dall’arancia senza intaccare la parte bianca.

Prendete un tegame dai bordi alti, abbastanza capiente per contenere tutte le pere e versatevi il vino rosso .

Accendete il fuoco a media intensità e unite l’acqua e lo zucchero. Portate il liquido ad ebollizione, quindi aggiungete la cannella, i chiodi di garofano, l’anice stellato, la fava tonka e le scorze di agrumi .

Aggiungete anche le pere  e cuocetele a fiamma dolce per circa 15 minuti, girandole due o tre volte durante la cottura .

Dopo 15 minuti le vostre pere dovrebbero essere cotte, se avete usato pere piccole da 90-100 g l’una; potete comunque verificarne la cottura punzecchiandole con una forchetta: la polpa deve risultare morbida ma non sfatta. Per pere più grandi ovviamente sarà necessario più tempo.

Una volta che le pere saranno cotte scolatele con un cucchiaio e tenetele da parte. Eliminate quindi le spezie (volendo potete filtrare il liquido con un colino, altrimenti pescarle con un cucchiaio) e fate addensare la salsa sul fuoco per circa 5 minuti.


Categorie
Ricette

Plumcake alla zucca con crema di formaggio Exquisa

Un dolce che fa proprio focolare domestico, ottimo in queste giornate autunnali. Un dolce che ben si sposa a fine pasto, con quella cremosa e profumata crema di formaggio Exquisa, e che, risulta anche perfetto per una colazione golosa. Semplicissimo da fare, senza burro e con poco zucchero… Per sgarrare ma con la coscienza pulita.

Ingredienti:
• 200 gr farina 00
• 250 gr zucca in purea
• 120 gr zucchero di canna (o zucchero semolato)
• 65 ml olio di semi
• 1 uovo
• 1 pizzico cannella in polvere
• 1 bustina lievito in polvere per dolci
• 1 pizzico sale
Ingredienti per la crema di formaggio Exquisa
• 120 gr formaggio spalmabile Exquisa Classico
• 50 gr zucchero al velo
• q.b. Polvere di vaniglia borbon

Procedimento
Preparate il Plumcake alla zucca con crema di formaggio mescolando in
una ciotola tutti gli ingredienti secchi: la farina, il lievito, la cannella e un
pizzico di sale. Mescolate velocemente con una frusta.
In una ciotola a parte riunite invece gli ingredienti umidi: l’uovo, l’olio di
semi, lo zucchero e la purea di zucca.
Mescolate con una frusta fino ad ottenere un composto liscio ed
omogeneo.
Unite man mano la farina al composto di zucca e mescolate velocemente
sempre con la frusta fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di
grumi.


Versate l’impasto alla zucca in uno stampo da plumcake precedentemente
imburrato e infarinato o rivestito di carta da forno e stendetelo con una
spatola.


Cuocete il plumcake alla zucca in forno a 180° per circa 40-50 minuti,
verificando che sia cotto perfettamente mediante la prova stuzzichino che
dovrà essere completamente asciutto quando lo estrarrete dalla torta.
Mentre il plumcake è in forno, lavorate in una ciotola: il formaggio
spalmabile Exquisa Classico, lo zucchero e la polvere di vaniglia
Mescolate con la frusta o una spatola così da ottenere una crema.
Sfornate il plumcake, lasciatelo raffreddare prima di estrarlo dallo stampo,
nappatelo con la crema di formaggio.

Categorie
Ricette

Evoluzione di Pesca Melba

Ricetta originale di Escoffier inventata in onore della cantante d’opera Australiana Nellie Melba,  gelato alla vaniglia con pesche, lamponi e mandorle

Ancora oggi la pesca Melba è tra le preparazioni che non mancano mai nei grandi alberghi e ristoranti, perché è un modo moderno di preparare un dessert, utilizzando le pesche cotte nello sciroppo ed accompagnandole con il gelato.

Ingredienti per 2 porzioni:

  • 2 pesche
  • 350 ml di acqua
  • 150 gr di zucchero semolato


Per lo sciroppo di lamponi:

  • 200 gr di lamponi
  • 75 gr di zucchero
  • 90 ml di acqua
  • 50 gr di mandole a lamelle
  • 200 ml di panna fresca
  • 20 gr zucchero a velo
  • 200gr gelato “Spagnola” o vaniglia

Procedimento:

Incidete le pesche sul fondo con un taglietto che segua la linea mediana, poi scottatele in abbondante acqua bollente per 1-2 minuti, dipende dalla dimensione e dal grado di maturazione. Sgocciolatele con la schiumarola e tuffatele subito in una bowl di acqua e ghiaccio: lo shock termico agevola il distacco della pelle. Rimuovete con delicatezza la pelle delle pesche (se avete difficoltà usate un pela patate), poi tagliatele a metà, seguendo la linea dell’incisione ed eliminate i noccioli.
Portate a bollore 350 gr di acqua con 150 gr di zucchero, immergetevi le pesche, quindi riaccendete il fuoco al minimo e cuocetele senza mai far riprendere il bollore per 4’. Lasciatele in infusione, fuori del fuoco, per altri 10-15’,  devono essere sode ma cotte.
Adesso preparare la salsa di lamponi, mettendoli in un tegame con l’acqua e lo zucchero. finché i lamponi non diventano molto teneri. A questo punto frullare il tutto e lasciar raffreddare.
Montate la panna fresca con un pò di zucchero al velo e mettete in sac a poche. Adesso che tutti gli elementi della pesca Melba sono pronti, non resta che assemblare il dessert.
Prendere 4 coppette, riempire il fondo con il gelato alla vaniglia, adagiare le pesche sul gelato e coprirle con la salsa ai lamponi. Aggiungere su ogni pesca Melba un ciuffo di panna montata e poi decorare con le mandorle a lamelle e qualche scaglia di cioccolato 

Categorie
Ricette

Bonet piemontese ronzoniano

🧨Un dolce al cucchiaio tipico delle Langhe in Piemonte nato negli imponenti banchetti del XIII secolo.😬

Ingredienti:

  • Dosi per 6 persone
  • 100 g amaretti
  • 15 g rum
  • 35 g cacao amaro extra fondente
  • 250 g zucchero per l’impasto e il caramello
  • 4 uova
  • 500 ml latte
  • 30 gr farina pistacchio

Procedimento:

Iniziamo sbriciolando frullando gli amaretti.

Prepariamo il caramello mettendo in un pentolino 100 grammi di zucchero con un goccio di acqua, mentre in un altro pentolino mettiamo a scaldare il latte.

Non appena si è formato il caramello, versiamolo in uno stampo o in più stampini monoporzione cercando di allargarlo al meglio sul fondo, e poi facciamolo riposare in modo che si solidifichi.

Nel frattempo prepariamo l’impasto: in una ciotola capiente rompiamo le uova e le sbattiamo con una frusta. Aggiungiamo anche 150 grammi di zucchero, il cacao extra fondente e il rum, continuando sempre a mescolare.
Aggiungiamo quindi anche gli amaretti sbriciolati, il pistacchio e infine il latte caldo. Mescoliamo bene per far amalgamare tutti gli ingredienti e ottenere un composto omogeneo, cerchiamo di non inglobare troppa aria altrimenti rischiamo rimangano delle bolle in cottura.

Riprendiamo lo/gli stampo/i con il caramello e versiamo al suo/loro interno il composto ottenuto.

Prendiamo una pirofila, mettiamoci dentro lo stampo con il composto e versiamo l’acqua nella pirofila fino ad arrivare a metà della sua altezza. Inforniamo e facciamo cuocere in forno ventilato a bagnomaria a 160° C per 60 minuti circa.

Trascorso il tempo, sforniamo il nostro bonet, facciamolo intiepidire qualche minuto e poi sformiamolo, rovesciandolo, su un piatto a portata. Infine decoriamolo posizionando degli amaretti sbriciolati, io ho aggiunto anche una salsa di cioccolato fondente e caffe.

Categorie
Ricette

Bacio di dama al bicchiere

Il mio crumble riprende il bacio di dama e lo trasforma in un dolce al cucchiaio! Preceduto dal suo invitante profumo di nocciola caramellata, un gusto goloso e speziato accompagnato dalla clamorosa consistenza del bacio di dama.

Non c’è la crema di cioccolato ma la ritroviamo nei profumi e nei colori.

Ingredienti:

  • 400 ml latte intero
  • 100 ml panna fresca
  • 120 gr tuorlo
  • 120 gr pasta di nocciola
  • 150 gr zucchero
  • 36 gr fecola di patate
  • 100 gr cioccolato alle nocciole
  • 80 grammi farina nocciole
  • 5 grammi sale
  • 100 grammi farina
  • 140 grammi zucchero di canna
  • 25 grammi fecola di patate
  • 20 gr cacao amaro
  • Q.b. spezie miste a piacere

Procedimento:

  • Crumble speziato :

Inizia a preparare il crumble speziato:  mescolando 100g di farina, 25g di fecola di patate, 80g di farina di nocciole, 20gr cacao amaro, mix di spezie, 5g di sale, 130g di zucchero di canna, 130 g di burro con l’aiuto del mixer.

Quando hai ottenuto un composto dalla consistenza sabbiosa, stendilo su di una teglia foderata con carta da forno e cuocilo a 140° per 25 minuti.

Usa il composto sbriciolato come base, distribuendolo in 4 bicchieri, tienine da parte un po’ per la copertura del bicchiere .

  • La preparazione della crema alle nocciole:

Sbatti leggermente i tuorli con lo zucchero, quindi aggiungi la fecola di patate, nel frattempo scalda il latte e la panna sul fuoco dolce. Aggiungi poi i liquidi caldi nell’uovo e rimetti sul fuoco portando a cottura, finché non inizia a rapprendere e la schiuma data dalla fecola scompare.

Quando risulta densa ci vorranno circa 2/4 minuti. Spegnere la fiamma ed incorporare la pasta di nocciola. Fare raffreddare coperto da pellicola a contatto.

Distribuisci nei bicchieri. Lascia riposare il bacio di dama al cucchiaio in frigorifero ancora per qualche ora, aggiungere il cioccolato spezzettato e gustalo.

Categorie
Ricette

Castagnole con mele, uvette e mandarino

?Ogni persona merita di tornare bambino una volta all’anno e volare tra coriandoli di cielo e manciate di sogni,
Oggi si cucina e si profuma la casa di mandarino, di mela, di frittella come quando ero bambino!
Vi dono la ricetta di mio nonno Matteo, Castagnole mele, uvette e mandarino ?:

Ingredienti (per 4 persone):

  • 2 uova
  • 400 gr di farina
  • ½ bicchiere succo di mandarino 
  • 100 gr di zucchero Eridania 
  • 50 gr di burro
  • 100 gr di uva sultanina
  • 1 mela a pezzetti
  • ½ bustina di lievito
  • Q.b. buccia di mandarino 
  • 1lt olio di semi per la cottura 

Procedimento:
In una bowl  montare le uova con lo zucchero incorporare la farina e unire il burro fuso, grattugiare la buccia di mandarino e quindi versarne il succo, per ultimo le uvette e in fine amalgamare il tutto con la mezza bustina di lievito.
Cuocerle in olio di semi ben caldo, farle friggere fin a quando non sono belle croccanti e scure. Passatele nello zucchero

Shelflife/vita del prodotto: 2 giorni a temperatura ambiente in contenitore ermetico 

Categorie
Non categorizzato Progetti Ricette

Ronz’s Violet Cheesecake

Torta di Patate Viola: una ricetta con le patate viola che ricalca quella della cheesecake ma con un sapore tutto
nuovo. Una variante della classica cheesecake che vi stupirà si dal primo morso e quanto è instagrammabile?

Ingredienti per 8 persone:

  • 300 gr di Biscotti Secchi
  • 200 gr di Burro
  • 300 gr di Philadelphia
  • 200 gr di Zucchero
  • 2 Uova
  • 400 gr di Patate Viola
  • Q.b. vaniglia in polvere
  • Q.b. cocco disidratato a pezzi

 

 Procedimento:

•          Lessare in abbondante acqua salata per 20-30 minuti, fino a che la polpa non risulterà cedevole se infilzata con una forchetta.

•          Schiacciatele con lo schiacciapatate ancora calde e lasciatele raffreddare.

•          Amalgamatele poi al formaggio spalmabile mescolando energicamente prima di unire lo zucchero e le uova. Il ripieno della cheesecake è pronto.

•          Frullate i biscotti secchi fino a ottenere un composto sabbioso quindi uniteli al burro fuso.

•          Utilizzate il composto a base di burro e biscotti per rivestire uno stampo di 20 cm di diametro premendo bene la base e i bordi così da creare uno strato uniforme.

•          Versate il ripieno e livellate la superficie con una spatola.

•          Infornate a 180°C per 45 minuti, quindi lasciate raffreddare completamente il dolce con le patate viola prima di servirlo.

 

Shelflife / Vita del prodotto : 4 giorni in frigorifero 

Categorie
Non categorizzato Ricette

Cheesecake “mai vista” in kataifi

Esistono mille tipi di cheesecake, ma io ho voluto reinterpretarla con la pasta kataifi… Il risultato? Una bomba!!

Ingredienti:
1/2 pacco pasta kataifi (200gr) âŠ
80 gr  cucchiai burro 
250 gr formaggio spalmabile 
2 cucchiai miele 
q.b. zesta lime e succo
50 ml acqua fredda 
2 fogli colla di pesce (6gr gelatina in fogli)
q.b. ciliegie sciroppate 
q.b. zucchero e cannella 

Procedimento:

Vi propongo la versione in monoporzione come vedete nella foto, ma nessuno vi vieta di fare una teglia intera. 

Ungere degli stampini da muffin o da crostata 
Tagliare delle fettucce di kataifi e spennellarle di burro, quindi avvolgerle a nido e metterle nello stampino, spolverizzarle con un pizzico di zucchero e cannella .

Cuocere i nidi in forno a 180˚C per 8-10 minuti, finché risultano colorati.
In una piccola bowl ammollare la colla di pesce con acqua fredda.
Nel frattempo sbattere in una bowl il formaggio fresco con miele, succo di lime e buccia dello stesso.  Quando la colla di pesce sará idratata, scolare l’acqua e scaldare in microonde per 4/6 secondi finché risulterá sciolta. 

Aggiungere quindi gradualmente al composto di formaggio. Mettere in sac a poche.  Riempire i cestini di kataifi (raffreddati!) con la crema e riporre in frigorifero per circa 1h.

Prima del servizio, concludere con le ciliegie sciroppate o altra frutta a piacere , va bene anche una confettura di frutti di bosco !

*Pasta Kataifi o Kadaifi : Ã¨ una preparazione a base di farina di grano tenero ed acqua, ingrediente tipico della cucina greca e medio orientale.

Si tratta di pasta fillo tagliata in fili sottilissimi che rende i piatti croccanti e gustosi. È alla base di molte ricette dolci mediorientali e greche.

Oggi questa pasta è utilizzata nelle nostre cucine per conferire croccantezza e gusto ai nostri piatti oltre che per preparazioni d’effetto. Si trova in commercio già tagliuzzata a striscioline molto sottili nei negozi etnici o nel reparto dei surgelati, in scatola o in sacchetti. Si può anche comprare in fogli di grandi dimensioni, in genere usati per la preparazione degli involtini primavera.

Nelle zone in cui la pasta confezionata non è disponibile si può comprare un rotolo di pasta fillo e regolare il taglio a striscioline una volta scongelata. Quando scongelata non ricongelatela e quando la lavorate , tenetela coperta con un foglio umido perché rischia di asciugarsi in breve tempo e quindi di spezzarsi.

Categorie
Ricette

Tartufini cioccolato e castagne

Avevo nella dispensa di casa degli avanzi di castagne sottovuoto, reduci dalle scorpacciate invernali, per non rischiare di vederle arrivare scadute al prossimo autunno/inverno ho deciso di fare questi tartufini molto ghiotti e genuini, con pochi ingredienti. Una ricetta di sicuro effetto ed ottima anche per i bambini togliendo il rum presente nella ricetta ed eventualmente aggiungendo delle gocce di cioccolato.

Ingredienti (per 22/24 tartufini):
300 gr castagne sottovuoto ( precotte )
60 gr burro
90 gr cioccolato fondente
2 cucchiai rum  ( per I bambini sostituire con 2 cucchiai gocce cioccolato)
80gr zucchero
125gr zucchero a velo vanigliato
125gr cacao amaro

Procedimento:
Frullare il cioccolato nel mixer senza ridurlo a farina, ma lasciandolo in polvere grossolana e unire poi lo zucchero.

Frullare le castagne nel mixer con il burro e il composto precedente, aggiungere poi il rum.
Si dovrà ottenere un composto morbido, che si lavori bene e che non si appiccichi alle mani. In caso contrario, unire 2-3 cucchiai di zucchero a velo, fino ad ottenere il risultato richiesto.

Categorie
Ricette

Flan di cocco

Il flan di cocco è un dolce semplice e squisito, il termine flan si riferisce ad un budino a base di uova a cui vanno aggiunti ingredienti dolci o salato, in questo ho pensato ad un profumo tropicale, che ci fa sognare le vacanze tanto agognate in questo periodaccio da “Covid-19”.
Come vedrete nella preparazione della ricetta seguente, vi basterà mescolare tutti gli ingredienti insieme e cuocere a bagnomaria.
Che dite? Lo facciamo insieme ?

Ingredienti (per 6 pax):
800 ml di latte
200 ml latte di cocco
6 uova intere
150 gr zucchero
60 gr cocco rapè
Cointreau liquore q.b.
300 gr zucchero
100 gr acqua
125 gr di lamponi per decorazione

Procedimento:
Sbattete le uova con una frusta, quindi aggiungete i due tipi di latte, lo zucchero, 3/4 del cocco, il Cointreau e mescolate delicatamente.

Per il caramello:
Ponete in un pentolino 300 gr di zucchero e versateci i 100 gr di acqua. Mescolate il tutto per far sciogliere lo zucchero e lasciate bollire il composto a fiamma moderata: non appena l’acqua inizierà ad evaporare, lo zucchero comincerà a caramellare (non giratelo o toccatelo con alcun strumento) e portatelo al colore da voi desiderato, ci vorranno dai 4 agli 8 minuti. Se avete un termometro potete controllare la temperatura con lo stesso.
Per il caramello biondo, più chiaro e dal sapore delicato, la temperatura dovrà oscillare tra i 166 e i 175 gradi (io ho usato questo). Superata questa temperatura il caramello si brucerà e sarà inutilizzabile!
Non appena il caramello raggiunge la temperatura che volete, togliete la pentola dal fuoco e mettetela in un bagnomaria di acqua e ghiaccio.

Versate il caramello nello stampo da budino, quindi aggiungete delicatamente il composto al cocco fatto in precedenza.
Coprite lo stampo con la carta d’alluminio o un contenitore da forno e ponete a bagnomaria in forno a 170 °C per 55 minuti (provate a muovere la teglia, il flano dovrà essere fermo e non liquido).
Fate raffreddare a temperatura ambiente, quindi riponete in frigorifero. Lasciate riposare e servite!